Punto y Branca - Musicalizador-16° SENIGALLIA TANGO FESTIVAL

Punto y Branca - Musicalizador

Jorge_Vacca
 

ENGLISH VERSION BELOW

Argentino. I suoi genitori erano ballerini di tango e quand’era piccolo ascoltava 24 ore su 24 tanghi (ma ogni sera di nascosto andava ad ascoltare alla radio i Beatles).
In Argentina collaborava per un’importante rivista di fumetti. Nei primi anni 90 il grande Hugo Pratt gli lancia l’idea di venire in Italia per lavorare alla rivista Corto Maltese, e così si trasferisce a Milano, dove fonda la Topolin Edizioni e la galleria d’arte La Cueva, sede anche di moltissimi eventi culturali.

Nel 2001 inaugura LaCueva TangoClub, appuntamento settimanale definito come "serata di culto della notte milanese", dove si incontrano per ascoltare le sue sofisticate selezioni di tangos de ayer y hoy, giovani dai capelli colorati, tatuaggi e piercing e sofisticati milongueri di vecchia data.
E’ spesso chiamato in milongas e festivals all'estero: Buenos Aires, Munich, Barcelona, London, Granada, Madrid, Lugano.

Ama molto il suo lavoro di musicalizador, per l’incessante comunicazione che comporta, per l’energia che si sprigiona dalla pista quando la gente balla. E’ sempre molto concentrato, presente en cuerpo y alma. Non prepara mai una playlist, il metro che usa nella scelta dei pezzi è la continua modulazione della presenza della gente in pista “come avere a che fare con un puledro che devi domare quando va al galoppo e devi incitare quando è al trotto”. Un continuo feedback con la pista.

 

***   ***   ***


Argentine. His parents were tango dancers, and when he was young he listened tangos all day long (but every night he was secretly listening to the Beatles on the radio). In Argentina, he worked for a major comic book magazine. In the early years 90 the great Hugo Pratt launched the idea of coming to Italy to work in the magazine Corto Maltese, and so he moved to Milan, where he founded the Topolin Editions and the Gallery of Art La Cueva.

In 2001 inaugurates the Cueva TangoClub, a weekly event defined as the "night of Milan Worship", where people meet to listen to his sophisticated selections of Tangos de Ayer y Hoy, young people with colorful hair, tattoos and piercings and sophisticated Milongueri long-standing.

He is often called in milongas and festivals abroad: Buenos Aires, Munich, Barcelona, London, Granada, Madrid, Lugano.

He loves his work of Musicalizador, because of the incessant communication he brings, for the energy that comes out from the dancefloor when people dance. He is always very concentrated "Cuerpo y Alma". He never prepares a playlist, the meter he uses in the choice of pieces is the continuous modulation of the presence of the people on the dancefloor  and the continuous feedback with the dancefloor.

Facebook