Yanina Muzyka y Emmanuel Casal-16° SENIGALLIA TANGO FESTIVAL

Yanina Muzyka - Emmanuel Casal

     
Yanina_Emmanuel1

ENGLISH VERSION BELOW
 

"Quando ballavano i miei nonni, li circondava una bolla magica. Sapevano appena pochi passi, ma ballavano l'uno per l’altra e
la loro magia si propagava a chi li vedeva. È a questa bolla che aspiriamo sempre. Il resto è solo tecnica."

Yanina Muzyka e Emmanuel Casal, splendidi ballerini di nuova generazione, quattro volte finalisti dei Mondiali di Tango Scenario,
due volte premiati, corteggiati da tutte le produzioni e miglior risultato Mondiale 2018 tra gli argentini, fanno continuamente
riferimento alla tradizione nelle loro produzioni che guardano al futuro.

"Siamo tecnica e fango, il nostro stile coniuga la tecnica con il fango delle strade di Buenos Aires." Yanina studia ballo fin da molto piccola. Flamenco, poi danza spagnola, folklore fino all'università d'arte, la IUNA. Emmanuel viene dalla strada, dopo la scuola nella milonga del nonno va a lavorare in una parrilla de La Boca, improvvisando spettacoli di tango per otto ore al giorno. Gli show al Caminito, e poi a San Telmo, per 8-10 anni sono la loro prima vera scuola come coppia. Il palco sulla strada, il pubblico, la completa libertà creativa hanno permesso loro di sperimentare, improvvisare, contaminare, sempre immersi nello spirito dell'origine del tango, nato così quasi duecento anni fa.
Continuano anche a studiare, e presto vengono notati da direttori di produzioni importanti.
Ora fanno tournée in tutto il mondo e sono nel corpo di ballo stabile del prestigioso Cafe de los Angelitos, ma non si sentono arrivati e trasmettono l'inquietudine creativa e sperimentale di chi ha ancora molta strada davanti.

Se il tango non si alimenta di altre suggestioni diventa una ripetizione stereotipata, un racconto storico: è destinato a soffocare nuovamente.

Da questo sperimentare, improvvisare, giocare, nascono anche le loro coreografie, in cui cercano un effetto organico e naturale, che non sembri troppo teatrale. Sul palco c'è sempre un filo di improvvisazione e Emmanuel marca a Yanina tutti i passi, come in pista.
Prediligono la semplicità anche negli effetti. "Acrobazie si possono sempre fare ma quando il pubblico rimane con il fiato sospeso, è lì che si crea la magia. E ci rendiamo conto che quello che emoziona noi, che ci fa sentire bene ballando, finisce per emozionare anche il pubblico."

*** *** ***

"When my grandparents danced, they were surrounded by a bubble. They Knew just a few steps, but they danced for each other and
their magic propagated to those who saw them. It is to this bubble, to the magic of my grandparents' dance, that we always aspire.
All the rest is just technical."
Yanina Muzyka and Emmanuel Casal, beautiful dancers of new generation, four times finalists of the World Tango Scenario, twice rewarded, courted by all productions and best result 2018 among the Argentines, continually refer to tradition in their productions that look to the future.
"We are technique and mud, our style combines the technique with the mud of the streets of Buenos Aires." Yanina studies dance since very little. Flamenco, then Spanish dance, folklore and then to the University of Art, the IUNA. Emmanuel comes from the street, after school in his grandfather's milonga goes to work in a restaurant in La Boca, improvising tango shows for eight hours a day. The stage on the street, the public, the complete creative freedom allowed them to experiment, improvise, contaminate, always immersed in the spirit of the origin of the tango, born so nearly two hundred years ago. They also continue to study, and soon they are noticed by directors of important productions. Now they do tours all over the world and are in the stable dance Corps of the prestigious Cafe de los Angelitos, but they do not feel arrived and convey the creative and experimental restlessness of those who still have a long way ahead.
If tango does not feed on other suggestions it becomes a stereotypical repetition, an old story: it is destined to die again.
Experiment, improvise, play a lot. From This they are born also their choreographies, in which they seek an organic, natural effect, which does not seem too theatrical. On stage there is always a thread of improvisation and Emmanuel brand to Yanina all the steps, as on the track. They Prefer simplicity even in the effects.
"Stunts you can always do but when the audience stays in suspense, that's where you create the magic. And we realize that what excitses us, that makes us feel good dancing, ends up to excite even the public. "

Facebook